SSD M2: cosa Sono, come Funzionano e quali sono i Migliori Modelli sul Mercato

Le unità di memoria a stato solido (SSD) avevano già rappresentato, a loro tempo, una rivoluzione rispetto ai tradizionali hard disk, grazie a una maggiore velocità di scrittura e un rumore del tutto inesistente, oltre che alla resistenza agli urti. La tecnologia SSD M2 (o M.2) promette vantaggi ancora più notevoli rispetto all’SSD tradizionale. Le tradizionali, infatti, sono supporti per l’archiviazione dei dati che supportano lo standard SATA, ovvero un’interfaccia che si collega alla scheda madre mediante un dock e che prevede la trasmissione dei dati attraverso un cavo.

OffertaBestseller n. 1
Crucial P3 500GB M.2 PCIe Gen3 NVMe SSD interno - Fino a 3500MB/s - CT500P3SSD8
  • Tecnologia NVMe (PCIe Gen3 x4) con letture sequenziali fino a 3500 MB/s, lettura/scrittura casuale 350K/460K IOPS
  • Ampio spazio di archiviazione con capacità fino a 4TB
  • Prestazioni fino al 45% migliori rispetto alla generazione precedente
OffertaBestseller n. 2
Crucial P3 Plus 500GB M.2 PCIe Gen4 NVMe Internal SSD - Fino a 4700MB/s - CT500P3PSSD8
  • Tecnologia NVMe (PCIe Gen4 x4) con letture sequenziali fino a 4.700 MB/s, lettura/scrittura casuale 350.000/460.000 IOPS
  • Ampio spazio di archiviazione con capacità fino a 4TB
  • Prestazioni fino al 43% migliori rispetto alla generazione precedente
Bestseller n. 3
Samsung 980 PRO M.2 NVMe SSD (MZ-V8P1T0BW), 1 TB, PCIe 4.0, 7,000 MB/s Read, 5,000 MB/s Write, Internal Solid State Drive
  • Velocità di lettura sequenziale fino a 7.000 MB/s. Le prestazioni variano in base all'hardware e alla configurazione del sistema
  • Interfaccia: PCIe 4.0 NVMe (PCIe Gen 4.0 x 4)
  • Fattore di forma: M.2 (2280)

La tecnologia M2, invece, è notevolmente differente e permette di ottenere dei chip di memoria di dimensioni molto più contenute e con una connessione ad accesso diretto, senza la mediazione di cavi che rendono la comunicazione molto più lenta. Con l’utilizzo di questo sistema avanzato di comunicazione diretta, infatti, si può ampliare notevolmente la banda, consentendo una scrittura e lettura dei dati molto più rapida. Date le modeste dimensioni (che possono variare a seconda della quantità di storage di cui si necessita), le memorie SSD M2 sono particolarmente indicate per sostituire le mSATA su dispositivi mobile e ad alte prestazioni (tra cui, ad esempio, notebook di fascia alta).

Per garantire il funzionamento di queste memorie, che tra l’altro immagazzinano i dati attraverso impulsi elettrici (al contrario delle classiche SSD, che impiegano una testina magnetica), è sufficiente connettere bene e a fondo i pin della memoria sulla scheda madre. È bene però prestare molta attenzione alle forme dei connettori, che in effetti limitano le tipologie di interfacce da utilizzare. Le forme più famose sono quelle a 6 pin, denominate “B key“, e quelle a 5 pin, chiamate “M key“; alcune SSD M.2 le posseggono entrambe.  È però necessario verificare la compatibilità del protocollo della propria memoria SSD M2 con il connettore M2 presente sulla scheda madre, altrimenti il dispositivo di cui si è in possesso è inutilizzabile.

La grande novità del connettore M2, comunque, è che è stato progettato per essere montato non solo su SSD, ma persino su moduli Wi-Fi, NFC o Bluetooth. C’è poi da aggiungere che, ad oggi, l’unico sistema operativo che ha il pieno controllo sulle memorie SSD M2 è Windows 10. Comunque, questa categoria di memorie è indicata per conservare file di sistema, unità di recupero e programmi installati.

Ma quali sono le memorie SSD M.2 migliori sul mercato?

Di certo Samsung è tra le aziende che produce la maggiore quantità di SSD M.2 e con diversi tagli di memoria. Ad esempio, la SSD 970 EVO è disponibile da 250 GB fino a 2 Terabyte. L’azienda assicura un grande risparmio di energia e una velocità di lettura fino a 3500 MB/s. Anche la proposta di Western Digital è molto interessante, con la sua WD Blue 3D NAND: una memoria pensata soprattutto per il gaming, ma adatta anche a chi necessita di conservare i dati e richiede un risparmio di batteria per garantire una maggiore durata del proprio laptop.

Lo stesso dicasi per le memorie proposte dall’azienda Crucial: tra tutte, la memoria SSD Crucial MX500 è quella più indicata per un utilizzo generico. Disponibile in diversi formati di storage, grazie alla sua velocità di connessione, all’abilità ingegneristica con la quale è stata costruita e all’efficienza dei consumi, si presta bene non solo a chi desidera utilizzarla per un’esperienza di gaming senza precedenti, ma anche per chi vuole garantire una maggiore vita al proprio computer di altissimo livello.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.