Thermalright Silver Arrow SB-E Extreme: Per chi non si accontenta

Indice Articolo

  1. Thermalright Silver Arrow SB-E Extreme: Per chi non si accontenta
  2. Specifiche e Features
  3. Packaging e Bundle
  4. Analisi del prodotto
  5. Focus: le ventole
  6. Metodologia e Test
  7. Conclusioni

thermalright-logo

Thermalright è si è occupa della progettazione e produzione di soluzioni di raffreddamento per componenti di personal computer caratterizzati da un ottimo rapporto qualità-prezzo e da una spasmodica ricerca della qualità assoluta in termini progettuali e costruttivi.

Nasce nel 2002, anno in cui AMD rilascia la prima generazione di CPU con core Thunderbird. Da allora, segue passo-passo tutte le evoluzioni delle piattaforme Intel e AMD proponendo soluzioni al vertice del mercato tali da catalizzare l'attenzione dell'utenza più raffinata ed esigente, diventando in qualche anno uno dei brand preferiti dagli overclocker e appassionati di tutto il mondo.

I prodotti Thermalright possiedono un valore aggiunto che non è mai mancato nel vocabolario della casa taiwanese: innovazione.

 

Dopo il grande successo riscontrato con il Silver Arrow SB-E, Thermalright presenta una rivisitazione del prodotto che lo rende ancora più performante ed "estremo", come lascia intendere la stessa dicitura Extreme aggiunta alla sigla del prodotto. Con l'arrivo sul mercato di processori ad alte performance, esigenti di alimentazione e dall'alto TPD, la casa taiwanese ha puntato a prodotti in grado di sopprimere le alte temperature generate con un connubio di caratteristiche tipiche del suo grande marchio: qualità, desing ed efficienza.
Arrivato alla terza generazione questo magnifico prodotto promette prestazioni superbe in grado di far fronte a qualsiasi tipologia di impiego ma soprattutto in campo overclock, dove si sa, la dissipazione del calore gioca un ruolo chiave. 

Thermalright Silver Arrow SB-E Extreme

 

 

Pagina 1 di 7

< Prec Succ >

Stats

Inside Hardware è una proprietà intellettuale di Inside Community - Protetto da Licenza Creative Commons. Non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 7/3/2001.