Nanoxia Deep Silence 6 Rev. B: silenzio profondo e pachidermico

Indice Articolo

  1. Nanoxia Deep Silence 6 Rev. B: silenzio profondo e pachidermico
  2. Specifiche tecniche
  3. Packaging e Bundle
  4. Analisi esterna
  5. Analisi interna
  6. Possibilità di installazione
  7. Conclusioni

nanoxia-logo

All'inizio del nuovo millenio non erano certamente tante quante sono oggi le aziende specializzate nella produzione di prodotti per il cooling e per il modding, e Nanoxia rappresentava allora uno dei pionieristici brand di riferimento per quei consumatori che ricercavano le migliori prestazioni, silenziosità, insonorizzazione e/o che volevano customizzare il proprio sistema. Oltre che con i suoi accessori per il modding, il brand conobbe infatti una certa diffusione, soprattutto con le sue ventole, ancora oggi ritenute tra le migliori sul mercato.

Negli anni successivi, la casa tedesca ha rinnovato la sua proposta, aggiornando anzitutto la sua storica famiglia di ventole FX - adesso FX Evo - e studiando nuovi prodotti per il water cooling, quali liquidi, raccordi, tappi e tubi. Nel 2012 arriva la svolta più importante per il brand, che entra ufficialmente nel mercato dei cabinet con il midi tower Deep Silence 1, il capostipite di quella pluripremiata serie che darà il nome ad altri sei modelli oltre che ad una nuova gamma di ventole.

pre 1

L'ingresso nel mercato dei cabinet consente a Nanoxia di attenzionare in maniera ben più completa quello che è sempre stato il suo focus aziendale, ovvero gli aspetti che determinano le prestazioni termiche e la rumorosità percepita dall'utente. Con la nuova Rev. B del Deep Silence 6, la casa tedesca perfeziona la sua proposta ammiraglia, il suo gigantic tower, studiato per chi cerca un cabinet insonorizzato dai volumi pachidermici, per poter realizzare una workstation o una gaming rig dalle prestazioni davvero estreme.

 

 

Pagina 1 di 7

< Prec Succ >

Stats

Inside Hardware è una proprietà intellettuale di Inside Community - Protetto da Licenza Creative Commons. Non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 7/3/2001.